blog

Arriva il cucciolo evviva!

Share
cucciolo

“La Felicità è accarezzare un cucciolo caldo caldo, è stare a letto mentre fuori piove, è passeggiare sull’erba a piedi nudi..”

Charlie Brown

Corredino, socializzazione, educazione del cucciolo:

Mentre si aspetta un cucciolo sarà divertente preparare il corredino.

Dovrà comprendere:

Due ciotole: una in metallo per il cibo e una per l’acqua, preferibilmente in gres porcellanato o in ceramica che mantiene l’acqua fresca a lungo.

-Il cibo: quando affido un cucciolo dono un piccolo corredino, nel quale inserisco sempre anche una una confezione di crocchette del loro piano alimentare; vi consiglio di riapprovvigionarle subito, senza cambiarne la tipologia, il cambio di alimentazione non deve mai essere repentino e andrebbe valutato con l’allevatore; non è infatti un argomento da banalizzare ed è consigliabile informare l’allevatore delle vostre scelte durante la fase di crescita del cane.

Una bella cuccia morbida e non troppo grande: il cucciolo ama sentirsi avvolto come quando dormiva con i fratellini che stanno tutti stretti insieme. Mettete all’interno la copertina con l’odore della mamma che inserisco sempre nel corredino dei cuccioli.

Metterete la cuccia in un luogo tranquillo ,ma non isolato, perché il cucciolo dovrà sentirsi tranquillo, ma mai solo.

Di notte, durante i primi giorni dall’arrivo, è consigliabile mettere la cuccia vicino al vostro letto.

Infatti la prima notte sarà per lui un momento delicato,si troverà senza i fratellini e senza la mamma, in un ambiente che non conosce, con odori diversi e nuovi, nel quale si ambienterà solo con un po’di pazienza, dopo che avrà esplorato tutto.

In ogni caso i Cavalier King non vanno mai lasciati dormire in giardino o all’aperto.

Un collarino (meglio non la pettorina) e un guinzaglio.

-Qualche osso di vero corno di cervo e qualche gioco sicuro in gomma.

-Evitate di lasciare in giro oggetti pericolosi come fili scoperti, prese di corrente, detersivi, medicinali, cose taglienti, perché il cucciolo ha bisogno di masticare.

Per lui è un modo per conoscere e sperimentare.

Le traversine:

E’importante insegnare al cucciolo a sporcare sulla traversina.

I miei cuccioli sono già un po’abituati, essendo cresciuti qui in casa con noi, tuttavia dovrete fare qualche sforzo i primi tempi per completarne l’insegnamento.

Si mettono parecchie traversine in giro per la casa, premiando il cucciolo quando fa i bisogni sulla traversina e ignorando e pulendo quando la fa fuori. Osservando e sostituendo spesso le traverse sporche sarà facile capire se predilige un posto e quindi mettere proprio lì la traversina; si riduce poi il numero, iniziando a eliminare quelle che usa meno.

Per imparare il passaggio successivo, cioè fare i bisogni fuori casa, sarà importante portarlo fuori spesso, soprattutto dopo che ha mangiato e appena sveglio. Il cucciolo dovrà comunque tassativamente avere utimato il piano vaccinale di base prima di camminare sui marciapiedi o nei giardini pubblici.

Il cucciolo dorme molte ore della giornata. In genere i ritmi sono questi: sonno, gioco, pappa, bisognini ancora, gioco e poi,stremato, ha ancora sonno.. con il passare del tempo, crescendo, diminuiranno anche i sonnellini.

Rispettate i suoi tempi e, specialmente se avete bimbi piccoli, insegnate loro a rispettare i suoi ritmi, perché non è un giocattolo e bisogna evitare di stressarlo.

L’importanza di portarlo fuori è anche di insegnare “come è fatto il mondo” in quanto la finestra di socializzazione del cucciolo si chiude a 12 settimane.

Entro le 12 settimane il cucciolo dovrà affrontare persone differenti, entrare in diversi luoghi, incontrare altri cani anche di razze e taglia diverse.

Esiste la possibilità della timidezza, come in tutte le razze con carattere docile,ma anche questa può essere migliorata da una buona socializzazione.

Dalla gestazione ai 6 mesi il cucciolo forma il proprio carattere e il profilo emozionale e acquisisce il suo modello comportamentale.

Insieme dobbiamo aiutarlo a percorrere con serenità questo sentiero che condurrà alla sua maturità, io nei primi mesi di vita, voi in seguito, perché abbiamo il progetto comune di costruire le basi per un futuro cane adulto equilibrato.

Educazione:

Il Cavalier King è una razza che si presta ad essere educato con facilità, data la sua natura tranquilla e dolce.

Tuttavia sappiate che la coerenza deve essere la vostra linea- guida in quanto, da subito, dovrete educarlo a ciò “che può” o “non può” fare, poi lo ricorderà per sempre e sarà impossibile che perda un’abitudine presa da piccolo.

Se acquisirà buone abitudini sarà un amico insostituibile.

 

 

 

Bibliografia:

-Cucciolo arrivato.. e adesso?dal blog conoscereilcavalierking.it   di Cristina Tiso

-Un Cucciolo in famiglia di Giulia  Wappner dal blog      cavalierkingitalia.it di Giulia Bigozzi

evviva-cucciolo
cucciolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
chat with me